Papa Francesco

"Voi sapete, cari giovani universitari, che non si può vivere senza guardare le sfide, senza rispondere alle sfide. Colui che non guarda le sfide, che non risponde alle sfide, non vive. La vostra volontà e le vostre capacità, unite alla potenza dello Spirito Santo che abita in ciascuno di voi dal giorno del Battesimo, vi consentono di essere non spettatori, ma protagonisti degli accadimenti contemporanei. Per favore, non guardare la vita dal balcone! Mischiatevi lì, dove ci sono le sfide, che vi chiedono aiuto per portare avanti la vita, lo sviluppo, la lotta per la dignità delle persone, la lotta contro la povertà, la lotta per i valori, e tante lotte che troviamo ogni giorno." Papa Francesco

Translate

giovedì 31 maggio 2018

A Firenze il microcredito di quartiere aiuta chi è in difficoltà

C’è la madre che non può curare i denti del figlio, c’è il padre che non gli può comprare i libri per la scuola, c’è la famiglia che non fronteggia più le bollette sempre più care, c’è la coppia che rinuncia a mettere al mondo un figlio. E poi c’è il lavoratore che avrebbe bisogno di un motorino (anche usato) per raggiungere il lavoro, c’è quello che rischia di chiudere il laboratorio perché l’affitto è sempre più oneroso.  A volte il confine della dignità vale poche centinaia di euro. Il crinale che divide la serenità dal baratro è questione di banconote. Soprattutto alle Piagge, quartiere alla periferia nord di Firenze, dove le case popolari disegnano il panorama, dove il degrado sociale rischia di aggredire l’anima della gente. E dove il Fondo Etico e Sociale salva la vita delle persone, quasi sempre italiani in difficoltà.

lunedì 28 maggio 2018

Campagna Liberi di partire, Liberi di restare

di padre Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli – JRS Italy

La mobilità umana è un tema di grande attualità, che si può decidere di affrontare con uno sguardo rivolto al passato secondo schemi di sovranità nazionale che non sanno guardare oltre i confini e programmano il futuro dall’interno di Stati fortificati e apparentemente sicuri, in cui l’orizzonte è precluso da muri ed è tagliato da un filo spinato. 

Pensiamo in questo senso alle politiche sulle migrazioni di alcuni Stati dell’Europa, che vengono a volte indicate come faro per guidare gli orientamenti delle politiche future, ma che più verosimilmente andrebbero viste come il canto delle sirene che incanta i naviganti. Talvolta anche da questa prospettiva di sovranità escludente, se si è un po’ più realisti, si intuisce la complessità della questione. Anche se come chiave si usa solo l’utilità per i paesi di arrivo, si riesce perlomeno a considerare le migrazioni in termini temporali con un prima, un adesso e un dopo, in termini fisici come una concatenazione di stati, con Paesi di partenza, transito, arrivo e di residenza attuale e anche in termini di cause profonde e ingiuste, frammiste a interessi nazionali trasversali con tutto quello che essi comportano. Ma il punto di vista è sempre dall’interno e lo sguardo è impaurito e non sa alzarsi in un sussulto di umanità.

Oppure si può decidere di guardare alle migrazioni con lo sguardo rivolto al futuro, cogliendo la carica di novità, creatività e fantasia che esse portano con sé. In questo caso il punto di vista è quello delle persone che migrano, sono i loro occhi, i loro desideri, le loro speranze e le loro fatiche, ma soprattutto i loro diritti, diritti universali e inalienabili dell’uomo, di ciascun uomo e donna, diritti che viaggiano con le persone e che non possono infrangersi alle frontiere degli Stati. Questo modo di vedere le migrazioni a partire dai migranti ci fa sorprendentemente scoprire che a migrare siamo tutti, a tutte le latitudini: anche noi qui e adesso, non solo europei e italiani di ieri, ma anche europei e italiani di oggi, in quella circolarità che interessa tutti in uscita e in entrata in ogni paese del mondo. Una prospettiva che ci ricorda la bellezza di andare verso un altrove, ma anche la faticosa scelta che spesso riguarda molti di noi, soprattutto giovani che cercano un futuro migliore. 

Migrare ci ricorda anche la nostra appartenenza alla casa comune di cui siamo cittadini e per la quale è richiesta la nostra partecipazione responsabile, da cittadini del mondo. Tra queste migrazioni ci sono poi quelle forzate in cui la libertà di restare viene compromessa da guerre, persecuzioni, cambiamenti climatici e la costrizione a migrare spesso si scontra con le politiche di accoglienza di Stati ricchi che non vedono più nell’ospitalità un valore fondante, ma addirittura la capitolazione dell’unità, dell’identità del Paese. I migranti forzati che hanno perso il diritto a restare, vivono la sofferenza del mettersi in viaggio verso l’ignoto e cercano accoglienza. Essi, che nella loro vita portano i segni di frontiere di ogni tipo – culturali, religiose e sociali – che dividono il mondo, ci parlano di un desiderio di pace, di una ricerca di pace, di un desiderio di un mondo che, ferito a vari livelli, ha bisogno del risanante contributo di artigiani di pace e di lottatori di speranza. Ecco allora che accoglierli senza porre preclusioni di principio o ideologiche risana, perché apre un orizzonte di giustizia a cui noi con ottusa caparbietà contrapponiamo frontiere di pregiudizio.

domenica 27 maggio 2018

Globalizzazione dell'indifferenza: profitto sia soggetto alla responsabilità sociale! (Papa Francesco )

Parlando nella Sala Regia, a pochi metri dalla Biblioteca dove in mattinata ha incontrato il «fratello» Bartolomeo che, a sua volta, ha aperto i lavori della conferenza, Papa Bergoglio parla con i membri della Centesimus Annus delle «attuali difficoltà e crisi nel sistema economico» che «hanno una innegabile dimensione etica: sono legate a una mentalità di egoismo e di esclusione che ha generato nei fatti una cultura dello scarto, cieca rispetto alla dignità umana dei più vulnerabili». 

sabato 26 maggio 2018

Il dubbio è l'altra faccia della fede (Ernesto Balducci - commento alla festa della TRINITA')

27 Maggio 2018 –SANTISSIMA TRINITA’– Anno B

Se io ripenso al passato secondo la mia fede trovo motivi di glorificare Dio. Non si tratta di prove oggettive da pubblicare in piazza, ma di una verità assoluta, quella che l'amore narra a se stesso. Posso narrare la gloria di Dio nei fatti del passato, ma non come chi polemizza col non credente portando prove in mano, ma come chi parla a se stesso delle meraviglie conosciute solo dall'amore.

PRIMA LETTURA: Dt 4, 32-34. 39-40- SALMO: 32- SECONDA LETTURA: Rm 8, 14-17 VANGELO: Mt 28, 16-20

Aggiornamento pagina ORARI DI SAN SIGISMONDO

SETTIMANA DAL 27 MAGGIO AL 3 GIUGNO


DOMENICA 27 MAGGIO----------messa 18.30 SAN SIGISMONDO

Libano e Iraq. Due “democrazie” alla prova delle elezioni (conferenza al Cabral)

Martedì 29 maggio 2018 ore 17,30 - Biblioteca Amilcar Cabral - Via S. Mamolo 24, Bologna

venerdì 25 maggio 2018

Famiglia, persona, migrante: saremo voce critica (parla Bassetti, presidente della CEI)

La Conferenza episcopale italiana vigilerà sul nuovo Governo, tenendo ferma la barra dei «principi irrinunciabili», dalla vita alla famiglia, dalla tassazione progressiva al rispetto dei migranti. A conclusione della 71esima assemblea della Cei (21-24 maggio) il cardinale presidente Gualtiero Bassetti fa il punto della situazione politica, dopo la lunga vacanza legislativa, e auspica che il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte «assorba l’umanesimo» di fiorentini illustri come Giorgio La Pira

giovedì 24 maggio 2018

FUTURA UMANITA': Zuppi parla alla città di Bologna (27 maggio)

T E M A     2 0 1 8
FUTURA UMANITA' 
i n c o n t r i     e     c o n f e r e n z e

BOLOGNA  25-26-27  MAGGIO
2 7     M A G G I O
Image
LECTIO MAGISTRALE alla CITTA'
Chiesa di S.Benedetto Via dell'Indipendenza, 64

ore 21,00
MATTEO MARIA ZUPPI (Arcivescovo BO)
La città ospitale, di umanità e Spiritualità
VINCENZO PAGLIA (Mons. Pontificia Ac. pro vita)
Relazioni di ospitalità - Per chi sono io?
ROBERTO CELADA BALLANTI, (Filosofo, Dialogo UniGe)
La Parabola dei tre anelli, Tra oriente e occidente
(libro in vendita a euro 18,00 - Ed. Storia e Letteratura)

mercoledì 23 maggio 2018

L’Europa fa accordi mortali con i dittatori per fermare i rifugiati

L'Unione Europea ha voltato le spalle ad un impegno incondizionato per i diritti umani, la democrazia, la libertà e la dignità umana espandendo negli ultimi anni in maniera problematica le proprie politiche di esternalizzazione delle frontiere. Lo sostiene un nuovo Rapporto elaborato dal Transnational Institute e Stop Wapenhandel (Campagna olandese contro il commercio di armi) e rilanciato in Italia dalla Rete Italiana per il Disarmo e dall’ARCI

lunedì 21 maggio 2018

L'ORRORE NELLE CARCERI la repressione dei regimi con abusi, violenze e torture 22 maggio 2018



Centro Studi Donati  

Orrore

 L'ORRORE NELLE CARCERI  
la repressione dei regimi
con abusi, violenze e torture 

Unione Europea non è solo l'omogeneizzato della finanza (prolusione del patriarca ecumenico Bartolomeo)

 I temi al centro della prolusione del patriarca ecumenico Bartolomeo rivolta ai rappresentanti diplomatici dell’Unione Europea incontrati ad Ankara alcuni giorni fa: futuro dell’Europa, diritti dell’uomo, fenomeno migratorio.

sabato 19 maggio 2018

Lo Spirito Santo non è il tappabuchi delle nostre miserie. (Ernesto Balducci - commento PENTECOSTE)

20 Maggio 2018 - DOMENICA DI PENTECOSTE - Anno B

Quando facciamo le nostre politiche non pensiamo né agli handicappati, né ai malati, né agli anziani. Pensiamo sempre agli uomini validi, quando facciamo i nostri progetti. Oppure quando pensiamo al futuro del mondo ci pensiamo a partire dai livelli di consumo che abbiamo realizzato senza ricordarci che essi sono cinquanta volte di più di quelli di cui godono o soffrono i meno privilegiati del pianeta, da cui abbiamo preso materie prime, ricchezze per farne il piedistallo del nostro benessere.

PRIMA LETTURA: At 2, 1-11- SALMO: 103- SECONDA LETTURA: Gal 5, 16-25- VANGELO: Gv 15, 26-27; 16, 12-15

Aggiornamento pagina ORARI DI SAN SIGISMONDO



SETTIMANA DAL 20 MAGGIO AL 27 MAGGIO


DOMENICA 20 MAGGIO----------messa 18.30 SAN SIGISMONDO

venerdì 18 maggio 2018

Ermanno Olmi ed il Cardinal Martini: vedete sono uno di voi!

È morto il 5 maggio, all’età di 86 anni, Ermanno Olmi. Tra i maggiori registi italiani del dopoguerra, Olmi ha diretto decine di film, diversi dei quali premiati dal successo di pubblico e critica. Nel 1978 con L’albero degli zoccoli visse la Palma d’Oro al Festival di Cannes, e dieci anni dopo il Leone d’Oro a Venezia con La leggenda del santo bevitore, Leone poi ricevuto anche alla carriera nel 2008.

giovedì 17 maggio 2018

LA PROFETESSA DEL MONTE LIBANO


Mercoledì 23 maggio 2018 ore 17,30

Biblioteca Amilcar Cabral - Via S. Mamolo 24, Bologna

ESTHER STANHOPE
LA PROFETESSA DEL MONTE LIBANO

mercoledì 16 maggio 2018

Costruire ponti non è un'esclusiva dei preti!

Il tema vocazionale, dal punto di vista ad gentes, è scottante e interpella ogni comunità cristiana. Solitamente l’enfasi, per ovvie ragioni di necessità ed opportunità, è posta sul calo delle vocazioni ad intra, cioè quelle sacerdotali, religiose e di speciale consacrazione, che sono chiamate a svolgere il loro servizio pastorale all’interno dei confini del nostro Paese. 
 

martedì 15 maggio 2018

Gli attentati visti con gli occhi di una madre. Valeria Collina: “Abbiamo a che fare con qualcosa di potente”

Il corpo dell’attentatore adagiato sull’asfalto con attorno ancora le teste di cuoio armate, le sirene delle ambulanze, le auto delle forze dell’ordine. Scene purtroppo a cui l’Europa si sta abituando. Ma per una madre dietro a quelle immagini riprese alla tv, c’è un figlio. 

lunedì 14 maggio 2018

Operazione Colomba - Report Aprile 2018

NOTIZIE DAI PROGETTI

Palestina e Israele
Sono stati giorni non facili, la sensazione di impotenza e di violazione della libertà di scelta e di movimento... Leggi tutto.

domenica 13 maggio 2018

Lo sguardo profetico dell'Ascensione. (Ernesto Balducci - commento a ASCENSIONE)

13 Maggio 2018 – ASCENSIONE DEL SIGNORE – Anno B

Tutto ciò che vive - il pensiero che si accende in noi, l'amore che palpita - è un evento recente di appena qualche momento fa nei confronti dei tempi geologici e biologici di cui noi rappresentiamo la punta estrema, il vertice provvisorio.

PRIMA LETTURA: At 1,1-11 SALMO: 46 SECONDA LETTURA: Ef 4, 1-13- VANGELO Mc 16, 15-20

Aggiornamento pagina ORARI DI SAN SIGISMONDO



SETTIMANA DAL 13 MAGGIO AL 20 MAGGIO


DOMENICA 13 MAGGIO----------messa 18.30 SAN SIGISMONDO

sabato 12 maggio 2018

"Medio Oriente: non si lascia ridurre a slogan!": Mons. Paolo Bizzeti

«Da quando sono vescovo in Turchia i miei orizzonti si sono ampliati, sono un po’ meno Europa-centrico. E capisco che il Medio Oriente è un mondo molto complesso, che non si lascia ridurre a qualche slogan...». Lo frequenta da più di quarant’anni questo Medio Oriente, padre Paolo Bizzeti. E sono ormai quasi tre quelli trascorsi da quando Papa Francesco lo ha chiamato ad assumere la guida del vicariato apostolico dell’Anatolia a Iskenderun, l’antica Alessandretta in Turchia. Gesuita italiano, biblista appassionato, siede sulla cattedra lasciata vuota per più di cinque anni dall’uccisione del suo predecessore, monsignor Luigi Padovese. Ma è anche vescovo in una Turchia che ha vissuto vicende politiche travagliate tra dinamiche geopolitiche e rese dei conti interne. E che il presidente Erdogan tra poco più di un mese porta di nuovo anticipatamente alle urne in cerca di un nuovo plebiscito. 

venerdì 11 maggio 2018

Le esportazioni italiane di armamenti all'estero: capitolo attivo dell'economia, capitolo passivo per la Costituzione!


Non è il record del governo Renzi e il direttore dell’Autorità nazionale che rilascia le autorizzazioni (UAMA), Francesco Azzarello, è sembrato rammaricarsene già il mese scorso quando concesse – fatto alquanto insolito – un’intervista all’Ansa. Ma, spiegava Azzarello, quello del governo Gentiloni rappresenta comunque “il secondo valore più alto di sempre”. Non era affatto facile eguagliare il record storico di oltre 14,6 miliardi di euro di autorizzazioni all’esportazione di sistemi militari stabilito nel 2016 dal governo Renzi. Su di esso, secondo Azzarello, “pesava” (sic!) infatti la “singola licenza di 7,3 miliardi per 28 Eurofighter al Kuwait”, mentre nel 2017 la “fornitura di navi e missili” al Qatar è stata solo di 4,2 miliardi di euro. Ma ha contribuito – e non poco – a portare le licenze all’esportazione di sistemi militari italiani ad oltre 10,3 miliardi euro. La seconda cifra di sempre, appunto.

giovedì 10 maggio 2018

Sahel & Sahara - Connexions (proiezione film al Cabral 10 maggio 2018)


Sahel & Sahara - Connexions

Giovedì 10 maggio ore 2018 ore 16 - Biblioteca Amilcar Cabral - Via S. Mamolo 24, Bologna


Human Rights Nights Festival 2018
BOLOGNA, DAL 5 AL 13 MAGGIO 2018
Dis-integrazioni / Migrazioni, Traffici e Conflitti

mercoledì 9 maggio 2018

Alleata di Dio, alleata dei popoli (di Rosalba Manes)

I popoli costretti oggi all’esodo e all’esilio ci chiedono di avere gli occhi di Maria, esenti dal giudizio e pieni di compassione. Ne avremo il coraggio? 

lunedì 7 maggio 2018

"La P maiuscola. Fare politica sotto le parti" di Matteo Truffelli (7 MAGGIO 2018)

Lunedì 7 maggio 2018 

ore 21 - Palazzo Europa - via Emilia Ovest, 101 - Modena

"La P maiuscola. Fare politica sotto le parti" di Matteo Truffelli.

domenica 6 maggio 2018

Aggiornamento pagina ORARI DI SAN SIGISMONDO

SETTIMANA DAL 6 MAGGIO AL 13 MAGGIO


DOMENICA 6 MAGGIO----------messa 18.30 SAN SIGISMONDO

Chi ama conosce Dio anche se non lo sa nominare. (Ernesto Balducci - commento a VI DOMENICA di PASQUA)

6 MAGGIO 2018 – VI DOMENICA DI PASQUA – Anno B

Ci sarà chiesto conto, non dico alla fine dei tempi ma anche nel tempo, di tutte queste prepotenze che non erano certamente nelle intenzioni del Signore ma noi nel suo nome le abbiamo compiute. Ecco perché io considero questa rivoluzione etnica, che è cominciate e di cui noi abbiamo sintomi diversi strada facendo, come una grande opera dello Spirito Santo.

PRIMA LETTURA: At 10, 25-27. 34-35. 44-48- SALMO: 97- SECONDA LETTURA: 1 Gv 4, 7-10-VANGELO: Gv 15, 9-17

sabato 5 maggio 2018

50esimo Anniversario della Comunità di Sant'Egidio (6 maggio 2018)

Domenica 6 maggio Ore 19  - Chiesa dei santi Bartolomeo e Gaetano - Str. Maggiore, 4 – Bologna

 immagine.png
Liturgia Eucaristica per il 50esimo Anniversario della Comunità di Sant'Egidio

Festival della Scienza Medica Dal 3 al 6 maggio

Dal  3 al 6 maggio –
E’ in corso a Bologna la quarta edizione del 
dedicata a “Il Tempo della cura”

venerdì 4 maggio 2018

L'aumento delle spese militari nel mondo mina la ricerca di soluzioni pacifiche!

Secondo i nuovi dati diffusi il 2 maggio 2018 dal SIPRI, l’Istituto di ricerca internazionale di pace di Stoccolma, il totale della spesa militare mondiale è salito, nel 2017, a 1739 miliardi di dollari, con un aumento dell’1,1 per cento rispetto al 2016.

Il SIPRI monitora gli sviluppi delle spese militari in tutto il mondo.

Le spese militari indicate dall’Istituto si riferiscono a tutte le spese governative per le attuali forze e attività militari, inclusi salari e sussidi, spese operative, acquisti di armi e attrezzature, costruzione militare, ricerca e sviluppo, amministrazione centrale, comando e supporto.

Il protrarsi delle spese militari mondiali è motivo di seria preoccupazione”, ha affermato il politico svedese Jan Eliasson, presidente del consiglio di amministrazione del SIPRI.
Questo mina la ricerca di soluzioni pacifiche ai conflitti in tutto il mondo”.

giovedì 3 maggio 2018

“ SECONDO LO SPIRITO” sul Cardinale Giacomo Lercaro. (4 maggio proiezione film)

Venerdì 4 maggio ore 21 Parrocchia di S.Domenico Savio 

via Andreini 36 Bologna  (ingresso dall’Oratorio)  

Nell’ambito della festa patronale proiezione del film:

“ SECONDO LO SPIRITO”  sul Cardinale Giacomo Lercaro.

mercoledì 2 maggio 2018

“Repubblica democratica del Congo abbandonata da tutti”: la denuncia dei padri comboniani


Il popolo congolese sta vivendo un’altra pagina insanguinata della sua tragica storia nel silenzio vergognoso dei media sia italiani che internazionali. La ragione di questo silenzio sta nel fatto che nella Repubblica democratica del Congo (Rd Congo) si concentrano troppi ed enormi interessi internazionali sia degli Stati Uniti come della Unione europea, della Russia come della Cina (la società China Molybdenum lo scorso anno ha comprato la miniera di Tenke che produce il 65% del cobalto del mondo). L’Rd Congo infatti è uno dei paesi potenzialmente più ricchi d’Africa, soprattutto per i metalli utilizzati per le tecnologie più avanzate: coltan, tantalio, litio, cobalto. La maledizione di questo paese è proprio la sua immensa ricchezza. Per questo, oggi, il Congo è un paese destabilizzato in preda a massacri, uccisioni, violenze, soprusi, malnutrizione e fame.

martedì 1 maggio 2018

"Questa Economia Uccide" (Giovedì 3 maggio h.20,45)

Giovedì  3 maggio - ore 20,45 - 
Santuario di Santa Maria della Pace - piazza del Baraccano 2 – Bologna

Incontro organizzato dal Punto Pace di Pax Christi di Bologna :

"Questa Economia Uccide"
Riconvertiamo l’ economia che uccide

Con Carlo Cefaloni – redattore di Città Nuova